lunedì 8 giugno 2015

I motivi del nostro NO al Bilancio comunale 2015

Abbiamo volutamente atteso qualche giorno per comunicare le nostre motivazioni sul voto contrario che abbiamo espresso, nel consiglio comunale del 28 maggio scorso, sul Bilancio comunale preventivo 2015, per evitare che un argomento così importante potesse essere oscurato da un altro altrettanto importante come le elezioni regionali.
Riconosciamo a questa amministrazione il merito di non aver aumentato tariffe e tributi in un momento difficile visto i continui tagli da parte del governo nazionale.
Al contrario rimproveriamo il fatto di aver elaborato, anche quest'anno, il bilancio preventivo senza aver coinvolto minimamente le minoranze, cosa che nel passato era stata in alcuni casi sperimentata da altre Giunte.
Inoltre nel bilancio non troviamo traccia né del finanziamento del progetto di riqualificazione “Facciamo centro” per Fornacette che sarebbe invece dovuto essere già concluso da tempo; al tempo stesso mancano ulteriori stanziamenti per ripetere l’esperienza del Bilancio partecipativo che evidentemente si è ridotta a uno spot elettorale.
Nuovamente critichiamo l’ applicazione (facoltativa) della legge regionale che destina parte dei proventi degli oneri di urbanizzazione a Chiese e centri sociali; avremmo preferito, come ribadito anche lo scorso anno, destinare finanziamenti, magari su progetto specifico, soltanto alle associazioni e ai centri sociali che avrebbero potuto continuare a svolgere le proprie attività in modo ancora più positivo per il territorio.